«Abbiamo fatto germinare le nostre idee per imparare a sopravvivere in mezzo a tanta fame, per difenderci da tanto scandalo e dagli attacchi, per organizzarci in mezzo a tanta confusione, per rincuorarci nonostante la profonda tristezza.
E per sognare oltre tanta disperazione.»


Da un calendario inca degli inizi della Conquista dell'America.
  • slide01.jpg
  • slide02.jpg
  • slide03.jpg
  • slide04.jpg
  • slide05.jpg

CENTROAMÉRICA / La (ir)resistibile ascesa del movimento pentecostale

Nei quartieri poveri ed emarginati di tutto il Centroamerica si diffonde la “rivoluzione pentecostale”: di che si tratta? Queste chiese, distanti dal mondo cattolico ma lontane anche da quello protestante di origine europea, offrono ai poveri, di cui sono in gran parte composte, occasioni di riscatto morale da una vita fatta di stenti e violenze; opportunità, tuttavia, effimere quanto basta, che non modificano le loro condizioni materiali e, anzi, li allontanano dal partecipare alla soluzione dei problemi sociali. Una ricerca sul campo di una ricercatrice italiana offre un interessante spaccato di tale mondo, che aiuta a capire i motivi della rapida crescita di tali movimenti religiosi.

Di Paola Bolognesi. Redazione a cura di Marco Cantarelli.

STATISTICHE

Oggi104
Ieri184
Questa settimana288
Questo mese4323
Totale7039837

Ci sono 23 utenti e 0 abbonati online

INGRESSO UTENTI

Se non hai le credenziali per accedere all'area riservata del sito, puoi richiederle tramite il modulo che trovi qui. Se le hai dimenticate, clicca sotto alla domanda corrispondente.

VERSAMENTI E DONAZIONI

Bastano pochi clicks, in totale sicurezza!

Importo: